Digital Media in Italia

Un'iniziativa per interrogarci sul ruolo dell’Italia e per programmare il nostro futuro
 


Terzo incontro - Struttura rapporto di settembre 2006

Disclaimer:

  1. Questo documento è work in progress
  2. Il documento non impegna necessariamente le aziende per cui lavorano gli autori
  3. Lo sviluppo del documento è aperto a contributi da parte di persone interessate al futuro dei digital media in Italia
  4. Contributi non pianificati devono essere sottoposti al forum di discussione della parte di interesse preferibilmente con indicazione nominale dell’autore
  5. Solo la persona che ha in carico la specifica sezione ha l’autorità di apportarvi modifiche
  6. Alla riunione dmin.it del 6 luglio si procederà all’integrazione dei commenti per creare la prima bozza del documento che sarà pubblicata come risultato collegiale
  7. La riunione del 6 luglio sarà, come tutte le riunioni di dmin.it, aperta alle persone interessate al futuro dei digital media in Italia

  1. Executive summary: 10 righe al massimo che dicono lo scopo e l'essenza del contenuto del rapporto

  2. Natura di questo documento: 20 righe al massimo che dicono quello che questo documento è e quello che non è

  3. Introduzione: 2 pagine che

    1. Danno il razionale dell'iniziativa dmin.it

    2. Descrivono brevemente dmin.it e la metodologia di lavoro

    3. Richiamano i risultati dello studio sulle filiere

    4. Giustificano le 3 aree scelte (rete, piattaforma, billing) come obiettivo del primo rapporto

    5. Pongono il rapporto nel giusto contesto

    6. (Disclaimer: Il documento non impegna necessariamente le aziende per cui lavorano gli autori)

  4. I cambiamenti apportati dai digital media (3 max 5 pag.)

    1. Descrizione dei ruoli nella catena del valore (Luca B.)

    2. Studio di come si creano nuove filiere con l'obiettivo di preparare il terreno per le proposte del capitolo 5

  5. Proposte

    1. Introduzione: breve sommario di quanto è contenuto in questo capitolo

    2. Rete di trasporto aperta (10 pagine)

      1. Perché il tema è importante (Stefano Q.)

      2. Come è affrontato nel mondo (Juan Carlos)

      3. Stato delle cose in Italia (Joy M.)

        1. Da cosa partiamo

        2. Dove stiamo andando

      4. Contenuto della proposta (Leonardo C.)

      5. Cosa si richiede per attuare la proposta 1

        1. Aspetti tecnologici (Paolo Nu.)

        2. Aspetti economici (Vincenzo V.)

        3. Aspetti normativi/regolamentari (Eugenio P.)

      6. Vantaggi della proposta

        1. Servizio al paese (Francesco S.)

          1. Cittadini

          2. Mercato

        2. Competitività internazionale

          1. Esportabilità del modello

    3. Piattaforma aperta per creazione, distribuzione e fruizione di contenuti (10 pagine)

      1. Perché il tema è importante (Mimmo C.)

      2. Come è affrontato nel mondo (Domenico D.)

      3. Stato delle cose in Italia (Gian Paolo B.)

        1. Da cosa partiamo

        2. Dove stiamo andando

      4. Contenuto della proposta (Leonardo C.)

      5. Cosa si richiede per attuare la proposta

        1. Aspetti tecnologici (Paolo Ne.)

        2. Aspetti economici (Vincenzo V.)

        3. Aspetti normativi/regolamentari (Eugenio P.)

      6. Vantaggi della proposta 1. Servizio al paese (Roberta E.)

        1. Cittadini

        2. Mercato

          1. Competitività internazionale (Leonardo C.)

            1. Esportabilità del modello

    4. Billing in supporto alla rete aperta ed alla piattaforma aperta

      1. Perché il tema è importante (Stefano Q.)

      2. Come è affrontato nel mondo

      3. Stato delle cose in Italia

        1. Da cosa partiamo

        2. Dove stiamo andando

      4. Contenuto della proposta

      5. Cosa si richiede per attuare la proposta

        1. Aspetti tecnologici

        2. Aspetti economici

        3. Aspetti normativi/regolamentari

      6. Vantaggi della proposta

        1. Servizio al paese

          1. Cittadini

          2. Mercato

        2. Competitività internazionale

      7. Esportabilità del modello

    5. (Parole da usare e parole da evitare)

  6. Conclusioni

    1. Riassunto delle proposte principali sotto forma di raccomandazioni

    2. Temi da sviluppare in futuro (e.g. billing se non ci riusciamo per il 1o rapporto)

  7. Bibiliografia

    1. Studi e rapporti rilevanti da citare