Digital Media in Italia

Un'iniziativa per interrogarci sul ruolo dell’Italia e per programmare il nostro futuro
 


Sperimentazione di applicazioni iDRM e iPay

Primo incontro

Il primo incontro dell'attività di "Sperimentazione di applicazioni iDRM e iPay"di Digital Media in Italia si terrà

Data 2007/06/25T10:00-17:00  
Luogo Sala Idea 48  
  Virtual Reality & Multi Media Park http://www.vrmmp.it/
  Corso Lombardia, 190  
  Torino  

L’incontro rappresenta l’inizio di un’attività operativa di Digital Media in Italia (dmin.it), un gruppo interdisciplinare, aperto, senza scopo di lucro, che si propone di definire aree di interventi che consentano all’Italia di acquisire un ruolo primario nello sfruttamento del fenomeno globale “digital media”.

Con questa attività dmin.it si propone di realizzare e sperimentare applicazioni iDRM e di sistemi di pagamento utilizzando le tecnologie e le soluzioni “Open Source” scelte sulla base delle risposte alla “Richiesta di piattaforme di Digital Rights Management (DRM) e pagamento elettronico” ed alla “Richiesta di tecnologie e soluzioni per la realizzazione delle proposte dmin.it” nel corso del 12° incontro (Milano, 2007/06/04).

La partecipazione all'incontro è aperta a tutto coloro che condividono gli obiettivi di dmin.it.  

Scopo

  1. Condivisione da parte di tutti i partecipanti della specifica Interoperable DRM Platform versione 2.1 (IDP-2.1) disponibile a http://www.dmpf.org/open/dmp0980.zip

  2. Condivisione da parte di tutti i partecipanti delle caratteristiche operative della piattaforma Chillout (http://chillout.dmpf.org/)

  3. Presentazione da parte dei partecipanti di attività che possono beneficiare di o essere abilitate da Chillout

    1. Attività già in corso

    2. Nuove attività per sperimentare scenari d’uso dmin.it

    3. Possibili progetti nazionali...

  4. Identificazione di

    1. Attività da raccomandare come “attività collaborative dmin.it”

    2. Attività per sviluppare/migliorare nuove funzionalità della piattaforma

    3. Persone interessate a partecipare

    4. ...

  5. Definizione delle modalità di realizzazione e della tempistica degli sviluppi

  6. Accordo sulla natura del lavoro fatto collaborativamente

    1. Piattaforme: sviluppi Open Source da contribuire alla comunità Chillout

    2. Applicazioni/demo:3 gradi di condivisione in ordine di desiderabilità

      1. Condivise all’interno di Chillout

      2. Condivise all’interno di dmin.it

      3. Trattenute da chi le ha fatte

  7. Studio del sistema di pagamento scelto (se c’è il tempo...)

    1. Tecnologia adottata

    2. Realizzazione proposta

  8. Collegamento con la soluzione di accesso aperto alla rete a larga banda (se c’è il tempo...)

  9. Promozione di questa iniziativa

  10. Agganci con altre iniziative
     

Agenda

NB:

 I tempi sono indicativi

 

No.

Agenda item

 

 

1.     

Benvenuto, logistica

10:00

10:10

2.     

Obiettivi dell’incontro

10:10

10:30

3.     

Presentazione specifiche IDP-2.1

10:30

10:45

4.     

Presentazione Chillout

10:45

11:00

5.     

Presentazione di possibili obiettivi

11:00

13:00

 

Intervallo pranzo

13:00

14:00

6.     

Identificazione di attività in collaborazione

14:00

15:00

7.     

Modalità di realizzazione e tempistica degli sviluppi

15:00

16:00

8.     

Azioni per la promozione dell’iniziativa

16:00

16:15

9.     

Punto di riferimento dell’attività

16:15

16:30

10.   

Altri temi da discutere

16:30

17:00

11.   

Chiusura

17:00

 

Possibili sviluppi collaborativi 

NB

La lista data qua sotto è basata sui suggerimenti finora ricevuti

 

I temi da presentare/discutere sono aperti

 

È gradita la comunicazione dei temi che si intendono presentare a leonardo@chiariglione.org

 

È fortemente incoraggato l’uso di presentazioni powerpoint per aiutare la focalizzazione delle discussioni/scelte

  1. Contenuti governati in ambiente P2P

  2. Gestione di documenti Open Office con iDRM

  3. Porting di Chillout su dispositivi hardware

    1. iPod

    2. PSP

    3. Xbox360

    4. Telefonini

    5. Piattaforme basate su sistemi opensource e/o interoperable

  4. Gestione di piccole applicazioni (applet) opensource e hardware agnostic e quindi interoperabili per definizione, tramite iDRM per garantirne la fonte e la natura e, tramite metadata renderne chiari impiego, funzionalità, requisiti minimi, licenza, etc.

  5. Gestione di servizi interattivi controllati e resi sicuri e confidenziali tramite iDRM (anche usando il punto 4), dedicati al DTT ed al mobile (DVB-H).

  6. Gestione di parental control tramite iDRM e metadata.

  7. Tracciabilità dei Contenuti tramite iDRM e metadata (a fini di DR enforcement ma anche e soprattutto a fini di “purging” della rete dai contenuti inaccettabili per legge).

  8. Tutte le estensioni di Chillout richieste dagli sviluppi collaborativi di applicazione

Contributi ricevuti

Autore

Affiliazione

Titolo

Giancarlo Iannizzotto

Università di Messina

idDRM: Proposta di applicazione della tecnologia iDRM ai documenti digitali

Giancarlo Iannizzotto

Università di Messina

isDRM – interoperable service DRM

Walter Allasia

Eurix Group

EURIXGroup: iDRM in Peer2Peer environment Implementation Plan

Giancarlo Iannizzotto

Università di Messina

personal interoperable DRM (piDRM)

Francesco Berardi INRETE Personal recording attribution / license
Giancarlo Ruffo, Rossano Schifanella Dipartimento di Informatica, UniTO FairPeers: Efficient Profit Sharing in Fair Peer-to-Peer Market Places

Ambiente collaborativo

  1. Riflettore email

  2. Wiki

  3. Repository del software

  4. Server per applicazioni dmin.it (contenuti, licenze ecc.)

  5.  ...

Si ringrazia il Consorzio TOP-IX per gli stimoli forniti durante la giornata “Autori in digitale” che hanno contribuito a motivare questa attività e per l’aiuto fornito nell’organizzazione, così come si ringrazia il Virtual Reality & Multi Media Park s.p.a. per ospitare questo incontro.