Digital Media in Italia

Un'iniziativa per interrogarci sul ruolo dell'Italia
e per programmare il nostro futuro

 

VHS 2.0, un esempio di come si possano raggiungere gli obiettivi di dmin.it

VHS 2.0 è un progetto, nato all'interno di inrete srl e sviluppato come tesi di ricerca da Alberto Aresca, che si propone di ricreare in ambito web e digitale la tecnologia vhs nel mondo analogico/televisivo ha permesso un uso esteso dell'informazione video.

Specificatamente VHS 2.0 permette di convertire un contenuto video liberamente fruibile sul web in un formato che ne consenta la fruizione differita da parte della persona che l'ha registrato.

Il formato è il DCF in cui il video è cifrato con una chiave che è cifrata con la chiave del cerificato generato da VHS 2.0 al momento della registrazione da parte dell'utente che poi utilizzerà il sistema

L'architettura di VHS 2.0 e dei componenti di chillout utilizzati al suo interno è riportata in figura:

Figure 1  Architettura del framework di VHS 2.0

Tale scenario è ottenuto mediante due componenti.

1.    Firegrab,un'estensione firefox, responsabile di monitorare il traffico web effettuato dal browser stesso e di salvare una cronologia dei contenuti multimediali attraverso i quali l'utente ha navigato.

2.    Vhs 2.0 responsabile,grazie all'interazione con Firegrab di effettuare la registrazione vera e propria del contenuto. Qualora propriamente istruito da firegrab, VHS 2.0 effettua il download del contenuto, salvandolo all'interno di un file DCF seguendo le specifiche iDRM. VHS 2.0 offre anche altre funzionalità, quali la protezione di contenuti creati dall'utente, e lo streaming dei contenuti presenti nella librería multimediale dell'utente. Vista l'implementazione server based di tutto il framework, è possibile visualizzare tali contenuti su ogni device che disponga di un browser web. Questo web browser a sua volta,per un corretta visualizzazione dovrà aver installato al suo interno un mediaplayer in grado di effettuare lo streming dei contenuti richiesti. Allo stato attual delle cose infatti, VHS 2.0 non effettua alcun transcoding dei contenuti registrati dal web. In questo senso qualora il contenuto registrato dal web era disponibile in flv format (come la maggior parte dei video presenti oggi giorno) per uno streaming corretto della risorsa il browser web dovrà disporre di un mediaplayer in grado di comprendere il content type video/x-flv.

Hanno partecipato alla realizzazione di VHS 2.0 

Alberto Aresca

Politecnico di Torino

Giorgio Bernardi

Inrete SRL

Alessandro Bertone

Inrete SRL

Matteo Giacone

Politecnico di Torino

Luca Restagno

Politecnico di Torino